thumbnail Ciao,

Contro i biancocelesti i rossoblù dovranno fare a meno di Ariaudo e Pinilla oltre alla squalifica di Astori e Pisano. "Camilleri o Del Fabro in campo, chiunque giochi farà bene".

Reduce da cinque sconfitte consecutive, il Cagliari della coppia Pulga-Lopez vola all'Olimpico per sfidare la seconda in classifica, la Lazio di Vlad Petkovic. Problemi finanziari (veritieri o meno, questo è da stabilire), caos stadio, classifica pericolante. Ora anche l'indisponibilità di Ariaudo e Pinilla oltre alla squalifica di Astori e Pisano.

Il cileno non ce l'ha fatta a recuperare dalla forte tracheite, mentre il difensore ha patito un guaio al retto femorale sinistro. "Sono sicuro che chiunque andrà in campo farà bene. Dovremo avere lo spirito e la cattiveria agonistica mostrati contro la Juventus per ottenere un risultato positivo" dice il tecnico Ivo Pulga in conferenza.

"Usciremo fuori dalla situazione pericolosa con quest'atteggiamento. La sosta è stata utilissima: abbiamo lavorato bene, svolgendo un richiamo di potenziamento aerobico. Sono fiducioso. Del Fabro o Camilleri in difesa? Decideremo domani, sono due giocatori di sicuro affidamento, il primo è addirittura un '95, che ha già fornito buone prove in Coppa Italia".

La Lazio sta studiando da anti-Juventus: "E' un complesso solido, prende pochissimi goal, ma non fa la partita, lascia giocare. Ci lasceranno alcuni spazi che dovremo sfruttare, sono tra i più in forma. In avanti naturalmente il pericolo numero uno è Klose, un attaccante che ti punisce al minimo errore, come ha già dimostrato contro l'Inter".

Le grandi vorrebbero saccheggiare la compagine rossoblù: "Se fossi un calciatore non leggerei nemmeno i giornali. Le voci si rincorrono una dopo l'altra, quel che era dato per certo oggi domani non lo è più. Non credo che il gossip influirà sul rendimento della squadra. Rinnovo Conti? Sono contento per lui. Andrà in campo ancora più motivato".

Sullo stesso argomento