thumbnail Ciao,

Vincere contro il Cagliari regalerebbe il secondo posto per punti conquistati dopo 19 giornate alla Lazio targata Petkovic, a pari merito con Eriksson, a un passo da Maestrelli

Alla vigilia dell'inizio del campionato era difficile ipotizzare un girone d'andata tanto soddisfacente per la nuova Lazio targata Petkovic, ma il tecnico bosniaco ha convinto detrattori e diffidenti con il suo calcio pragmatico e a tratti spumeggiante, che ha catapultato i biancocelesti quasi in vetta alla classifica e vicini a sfiorare il record di punti di Maestrelli, non proprio un nome qualunque dalle parti di Formello.

Come ha sottolineato la 'Gazzetta dello Sport', se in casa contro il Cagliari dovesse arrivare la vittoria, i punti conquistati nel girone d'andata - 19 partite - sarebbero 39, contro i 40 collezionati dall'indimenticato tecnico del primo Scudetto biancoceleste e come quelli conquistati dalla squadra di Eriksson nel 2000. Decisamente niente male per un tecnico che si trova ad allenare una rosa qualitativamente inferiore rispetto a quelle allenate dai due ''mostri sacri''.

Se dovesse vincere contro il Cagliari, la Lazio chiuderebbe il girone d'andata al secondo posto, impresa che prima dell'arrivo di Petkovic ai capitolini è riuscita solo altre cinque volte, laureandosi Campione d'Inverno in due sole occasioni. Calcolando invece la media punti, la squadra del bosniaco si attesta al quinto posto di sempre: 2,05 i punti conquistati a partita, contro i 2,06 di Eriksson nel 2000, dietro a Mancini, Maestrelli e Piola.

Sullo stesso argomento