thumbnail Ciao,

Il centrocampista nerazzurro è soddisfatto dell'anno appena concluso, quello che lo ha visto passare dal Porto alla corte di Moratti: "Ho compreso l'importanza di stare qui".

Da Oporto a Milano, per il salto di qualità. Fredy Guarin, centrocampista dell'Inter, è soddisfatto del 2012 appena passato, che lo ha visto arrivare in nerazzurro e conquistare l'affetto dei tifosi con goal, tecnica e tanta, tantissima grinta.

"Per me è stato un anno importante e bello, ho avuto la fortuna di venire all'Inter realizzando la svolta per la mia carriera. Con il tempo ho compreso l'importanza di questa squadra" afferma il calciatore colombiano sentito da 'Il Corriere della Sera'.

La Juventus ha nove punti di vantaggio in classifica: "Hanno un progetto partito prima del nostro ed è più avanti. Ha giocatori esperti e aver vinto lo scorso scudetto ha dato loro maggiore sicurezza. Si chiama abitudine a stare in alto". Qualcosa non è andato come doveva doopo la vittoria a casa loro, ma è ingiusto criticare l'Inter".

Giudizio positivo, dunque: "Abbiamo superato Juve, Milan, Napoli e Fiorentina, in pochi il 26 agosto pensavano di vederci a questo punto della classifica. Contando anche le qualificazioni in Europa League e Tim Cup, non può che essere positivo, poi è chiaro che si può fare sempre meglio".

Milano potrebbe essere la sua città per molto tempo: "Spero di restare qui a lungo, l'Inter è sempre stata un sogno per me. Ora però mi auguro di concludere la stagione vincendo un trofeo, sarebbe importante pr la squadra e per me".

Sullo stesso argomento