thumbnail Ciao,

Dopo una prima parte di stagione a dir poco esaltante, Vlado Petkovic ha intenzione di cambiare modulo per continuare a tenere questo passo e conquistare finalmente la Champions

Anno nuovo, Lazio nuova. O quantomeno, ridisegnata nella sua veste tattica. E' questa l'idea di Petkovic, che vorrebbe cambiare qualcosa nella sua formazione per correggere le poche imperfezioni mostrate finora e continuare a stupire.

I bravi allenatori si riconoscono anche dalla capacità di saper cambiare pur quando le cose vanno bene, per farle andare ancora meglio. Il secondo posto in campionato e l'ottimo cammino in Europa League sono dati di fatto, ma è proprio la seconda parte di stagione quella storicamente critica per la Lazio. In effetti, se si guardano le 2 precedenti stagioni con Reja al comando della truppa, i biancocelesti hanno sempre fatto un gran inizio di campionato, per poi sedersi sugli allori - complice un mercato non all'altezza - e perdere le posizioni Champions nel rush finale.

Petko vuole cambiare la musica, e dopo aver migliorato di una manciata di punti il rendimento agosto-dicembre delle ultime due annate, è intenzionato a proseguire dritto per questa strada. Per farlo, oltre ad attendere rinforzi sul mercato che stavolta dovrebbero arrivare, invocati a gran voce anche dai tifosi, sta studiando il passaggio dal 4-5-1 al 3-5-2, che gli consentirebbe di accrescere il peso offensivo della sua compagine senza però perdere compattezza e solidità difensiva. In più, tale soluzione permetterebbe di avere alternative di qualità per ogni ruolo, cosa che con il modulo a 4 dietro non succede.  

La Juve pare imprendibile, il diktat è quello di conservare il secondo posto dalle pretendenti, alle quali la Lazio di Petkovic non ha proprio nulla da invidiare.

Sullo stesso argomento