thumbnail Ciao,

Il difensore rossonero ha parlato del momento delicato della sua squadra, confidando anche nella fiducia della società per quanto riguarda il rinnovo contrattuale.

Il Milan attraversa un momento delicato, ma nell'anno nuovo ritroverà Daniele Bonera, che torna dal brutto infortunio. Lo stesso difensore ha fatto un bilancio degli ultimi mesi, parlando anche dell'imminente rinnovo contrattuale.

Intervistato ai microfoni di 'Sky Sport', il centrale italiano ha messo sul piatto della bilancia i momenti positivi e negativi dell'anno che sta per chiudersi: "Il ricordo più brutto del 2012? La partita con la Fiorentina in casa, è stato forse il momento più brutto,perchè di fatto lì ci siamo giocati buona parte del titolo. Quello più bello a livello personale è aver indossato la fascia da capitano".

Per quanto riguarda la situazione contrattuale, Bonera è tranquillo: "Serenamente parleremo con la società e mi auguro che non ci siano problemi, di fatto so di essere apprezzato dal dottor Galliani e dall'allenatore e questo mi rende prima di tutto orgoglioso, perchè indosso la maglia della squadra per cui tifo e poi vedremo cosa succederà penso non ci siano problemi".

Il Milan dovrà ripartire subito forte se vuole restare in corsa per l'Europa, ma lo farà con un Bonera in più in difesa: "La squadra se andiamo a vedere nel dettaglio, i difensori hanno fatto tutti il loro dovere, dobbiamo migliorarci nelle palle inattive come è stato detto più volte, ma penso sia un discorso di attenzione generale della squadra. La partita con la Roma ha dimostrato che non c'eravamo con la testa, abbiamo fatto poco di quello che ci eravamo detti per mettere in difficoltà la Roma, che poi ci ha colpito, perchè comunque rimane ed è un grande squadra".

Sul fronte mercato, il difensore rossonero commenta le situazioni dei partenti Pato e Robinho: "Alexandre credo che voglia dimostrare tutto il suo valore, poi se lo farà al Milan o altrove, dipende da lui e altre persone. Nonostante la sua giovane età credo che Pato qualcosa per il Milan abbia fatto, non dimentichiamoci che ha fatto molti gol in questa squadra, nonostante il fatto che sia stato molto fuori. Robinho ha invece manifestato più volte di voler tornare a casa sua, adesso non so dire se la trattativa andrà a buon fine, vale un po' lo stesso discorso di Pato. Contro il volere di un giocatore a volte è difficile andare".

Sullo stesso argomento