thumbnail Ciao,

Angelo Pisani, legale dell'argentino, ha chiarito che il suo assistito "non ha alcun motivo per non tornare a Napoli. E' stato già assolto sia in sede penale che tributaria".

"Voglio tornare in Italia, anzi a Napoli, non ho mai dimenticato i miei tifosi. Anche se sono trascorsi 20 anni i miei amici sono aumentati anzichè diminuire". E' il pensiero di Diego Armando Maradona, espresso tramite il suo avvocato, Angelo Pisani, che lo difende nella causa contro Equitalia.

L'argentino, premiato come calciatore del secolo ai 'Globe Soccer Awards' di Dubai, non ha dimenticato la squadra con cui ha vinto 2 scudetti e i suoi calorosi sostenitori. "Ho telefonato a Diego per ringraziarlo per le parole rivolte a Napoli e ai napoletani durante la consegna del premio quale migliore giocatore del secolo", ha spiegato l'avvocato Pisani.

"Diego mi ha espresso ancora una volta il suo desiderio di tornare a Napoli, ma ritenendo erroneamente di non poter tornare nella città che ancora lo ama per via del processo tributario che lo vede coinvolto. Gli ho chiarito che non ha alcun motivo per non tornare a Napoli".

Insomma, l'ex Pibe, secondo il suo legale, può dormire sonni tranquilli: "Non esiste oggi alcun provvedimento esecutivo nei suoi confronti, ma solo errati calcoli ed ingiustificate pretese senza una minima prova, in quanto già assolto sia in sede penale nel '92 sia nel '94 in sede tributaria, con una sentenza valida anche per l'ex presidente Ferlaino e i calciatori Alemao e Careca".

Sullo stesso argomento