thumbnail Ciao,

Il portierone bianconero ha assicurato di non sentirsi "vecchio ma maturo" e ha parlato anche di Nazionale: "Agli Europei nessuno ci vedeva in finale...".

"So dove posso spingermi e credo di avere davanti almeno altri tre anni ad altissimi livelli". Gigi Buffon, portierone della Juventus e della Nazionale italiana, ha le idee chiare sul proprio futuro. La data del ritiro, nonostante l'età non verdissima (ma nemmeno così avanzata, considerando il ruolo), sembra ancora piuttosto lontana.

"Ho 34 anni e non mi ritengo vecchio ma maturo", ha garantito lo stesso Buffon ai microfoni di 'Sport Mediaset'. Il suo 2012 "è stato un anno ricco di soddisfazioni sportive, personali e non. Un'annata che ricorderò per tanto tempo. Abbiamo fatto qualcosa di memorabile, frutto del lavoro e del sudore e con la fortuna di essere guidati da un grandissimo allenatore".

La Juve gli ha regalato uno scudetto e una Supercoppa Italiana, la Nazionale il titolo platonico di vicecampioni d'Europa: "Nessuno si aspettava che riuscissimo ad arrivare in finale, non eravamo neanche lontanamente favoriti".

Il migliore al mondo, a suo avviso, non può che essere Leo Messi: "Ha dei numeri quasi illegali dalla sua parte, chissà quando ricapiterà uno così. A me però piace esaltare il valore di un centrocampista come Pirlo, che come qualità pura non ha nulla da invidiare a nessuno, anche se alla fine nel calcio le copertine vanno solo agli attaccanti".

Sullo stesso argomento