thumbnail Ciao,

2012 positivo per il Parma, Donadoni è soddisfatto ma avverte: "La difficoltà è dietro l'angolo, non ci esaltiamo troppo..."

Bilancio di fine anno per il tecnico gialloblù, che esalta i meriti dei suoi, invitandoli nel contempo a tenere i piedi per terra: "Dobbiamo migliorare ancora...".

"Il 2012 è stato un anno sicuramente positivo, che prendo e valuto senza esaltarmi troppo". Tempo di bilanci per Roberto Donadoni. Il suo Parma sta facendo molto bene, tanto che ha chiuso l'anno solare all'ottavo posto a quota 26 punti, subito dietro le grandi.

"La gioia mia passa attraverso la gioia dei giocatori, all'entusiasmo che riescono a trasmettere ai tifosi", ha spiegato il tecnico gialloblù, che tuttavia ha invitato i suoi a mantenere i piedi per terra.

"Sappiamo che dietro l'angolo c'è la difficoltà, per questo dico di non esaltarsi troppo: non possiamo abbandonare questa strada, anzi dobbiamo consolidarci per migliorare ancora da qui in avanti. Con questa mentalità dobbiamo affrontare il 2013, sapendo che tutto dipenderà da noi".

Intanto la società sta lavorando per un Parma ancora più forte: escluso il ritorno di Mariga, ci sono buone chances per l'arrivo di Saponara dall'Empoli. E i big, ha assicurato Leonardi, resteranno dove sono.

Sullo stesso argomento