thumbnail Ciao,

Il giovane attaccante del Napoli voleva allenarsi sul campo del proprio paese, ma, essendo privo di autorizzazione, ha dovuto cambiare campo: si sta allenando a Sant'Antimo.

Lunedì 31, ultimo giorno dell'anno, Lorenzo Insigne dirà sì alla sua Jenny, che in primavera lo renderà padre di un maschietto. Ma, nel frattempo, il talentino del Napoli è finito al centro di una vicenda abbastanza singolare con l'allontanamento dal campo di Frattamaggiore, la sua città, presso il quale era solito allenarsi nei 'tempi morti'.

Un caso a cui ha posto rimedio Luigi Cesaro, presidente della provincia di Napoli, che ha indirizzato il giocatore azzurro verso il centro sportivo di Sant'Antimo: "Mi è sembrato assurdo che un campione della nostra terra trovasse difficoltà ad allenarsi in un impianto pubblico - si legge sulla Gazzetta dello Sport -. Per questo ho suggerito al sindaco di Sant'Antimo di ospitare Lorenzo nell'impianto comunale".

A Frattamaggiore era stato negato ad Insigne l'utilizzo della struttura perché sprovvisto di autorizzazione. Sul caso è tornato per un chiarimento proprio il sindaco di Frattamaggiore, finito nell'occhio del ciclone dopo quanto accaduto:

"Il custode, non vedendo l'autorizzazione, mi ha chiamato - ha spiegato a Radio CRC - e a quel punto Lorenzo s'è indispettito. Si tratta solo di un equivoco, mi spiace che l'osservanza delle regole susciti tanto clamore. Vedere Insigne allenarsi sul nostro centro sportivo è un onore, lui è il benvenuto e lo aspettiamo a braccia aperte".

Sullo stesso argomento