thumbnail Ciao,

L'argentino si racconta a 'La Stampa': "L'Inter è una grande famiglia. Stramaccioni è intelligente, ma il maestro è Gasperini. Portiere? I compagni mi prendono ancora in giro".

Doveva essere un anno di transizione, ma la classifica dice che l'Inter è lassù, in lotta per un posto in Champions League. Per lo scudetto se ne riparlerà magari il prossimo anno, come conferma Rodrigo Palacio.

"La Juventus è più forte" ammette con sincerità a 'La Stampa' l'attaccante argentino arrivato dal Genoa in estate. Che però poi mette in risalto un fatto dimenticato forse troppo in fretta: "Noi comunque l'abbiamo battuta nel suo stadio giocando una partita perfetta".

"L'Inter è una famiglia - dice ancora Palacio - e Stramaccioni un allenatore molto intelligente, tra di noi si è creato un buon feeling". Il rapporto più stretto, però, è sicuramente quello con Gian Piero Gasperini: "E' stato il mio maestro".

Una battuta anche sull'episodio di Coppa Italia, quando contro il Verona Palacio ha sostituito in porta l'infortunato Castellazzi. "Sono stati quindici minuti interminabili - sorride - la parata che ho fatto su Carrozza mi costa ancora le prese in giro dei compagni".

Sullo stesso argomento