thumbnail Ciao,

Il ghanese negli ultimi mesi è parso un lontano parente del giocatore brillante apprezzato nello scorso campionato: "Con lo svedese io e Nocerino aveva più spazi, ora invece...".

Il centrocampista del Milan, Kevin Prince-Boateng, in un'intervista concessa al quotidiano tedesco 'Die Welt', ha confessato di risentire quest'anno dell'assenza di un fuoriclasse come Zlatan Ibrahimovic, che in estate il Milan ha ceduto al Paris Saint-Germain.

"Cosa ci manca quest'anno? Ibrahimovic! - ha affermato l'africano - Grazie alle sue qualità, giocatori come me e Nocerino avevano più spazi e quindi più possibilità di segnare. Ora è un po' più difficile".

Il centrocampista promuove però il suo compagno di squadra Stephan El Shaarawy come campione del futuro. "El Shaarawy può essere il nuovo Ibra, - ha detto Boateng - l'importante è che continui così, maturando gara dopo gara. In Italia la pressione è più alta che altrove e se giochi in un club come il Milan devi continuare a vincere e giocare bene altrimenti sei subito criticato".

Il ghanese ha poi ricordato i suoi goal più importanti realizzati in rossonero. "Ce ne sono tre - ha dichiarato - e li ho realizzati tutte in una partita. Anzi, tutti nel secondo tempo. Eravamo a Lecce e io entrai nella ripresa".

In Champions League i rossoneri hanno ripescato il Barcellona, in quella che si presenta come una doppia sfida proibitiva per la squadra di Allegri. "Il Barcellona è la squadra migliore del mondo. - ha sostenuto Boateng - Sarà durissima ma in due partite può accadere qualsiasi cosa. Siamo giovani e abbiamo tanta voglia di fare bene e vincere".

Infine Boateng ha parlato della sua famiglia e della storia con Melissa Satta. "Le cose più importanti della mia vita? Al primo posto mio figlio Jermaine, che viene prima di ogni altra cosa. Poi la mia fidanzata, con la quale sto benissimo. Insieme ridiamo, ci divertiamo: stare con lei è fantastico".

Sullo stesso argomento