La corsa della Fiorentina ha sorpreso anche Antognoni: "Merito di tutti, da Montella alla società. Cosa manca per puntare alla Champions? Un attaccante alla Osvaldo"

L'ex regista della Fiorentina ha commentato l'esaltante andata di campionato della squadra viola, che sta correndo a mille sotto la guida di Montella.
La Fiorentina vola ed è senza dubbio la sorpresa di questa prima metà di campionato. Una sorpresa che ha colto alla sprovvista, ma reso felice, uno che di Viola se ne intende: Giancarlo Antognoni.

"Certo i giocatori bravi ci sono - ha detto l'ex regista gigliato ai microfoni di 'Firenzeviola.it' - Ma chi avrebbe pensato che Montella sarebbe riuscito ad assemblarli in così poco tempo? Intendiamoci, il merito è di tutti, non solo di Montella, però la struttura c'è, tecnica e societaria, e i complimenti vanno divisi tra tutti".

"Obiettivo Champions League? Per il momento restiamo all'Europa League, poi vediamo - ha proseguito la leggenda gigliata - Certo, a parte la Juve, non mi sembra che ci siano tante squadre superiori alla Fiorentina. Bisogna vedere gli investimenti, se a gennaio arriverà qualcuno, se Jovetic resta o va...".

Ma cosa manca alla Viola per fare un ulteriore salto di qualità e puntare ai primi tre posti? Antognoni non ha dubbi: "Una punta. Massimo rispetto per Toni, che mi ha sbalordito, come tutti del resto, anche se lui i goal li ha sempre fatti. Diciamo che con uno come Osvaldo la Champions League diventa un obiettivo ampiamente alla portata".