thumbnail Ciao,

Il popolare editorialista del 'Corriere della Sera' spara ad alzo zero sulle capacità di proporre gioco del giovane allenatore nerazzurro: "Sa soltanto ripartire...".

Se c'è una cosa che fa arrabbiare di brutto Andrea Stramaccioni è quando gli si dà pubblicamente del "difensivista", "provinciale" e simili, lui che fa dell'altra strategia tattica votata alla proposizione un credo più volte espresso in maniera programmatica.

Si ricordano quest'anno più volte le baruffe televisive con conduttori ed opinionisti sul tema, con il tecnico dell'Inter assai piccato nel rispondere lamentando una mancanza di rispetto da nei confronti suoi e della squadra nerazzurra.

Allora Mario Sconcerti preferisce affidare le sue riflessioni alla carta stampata, vergando una sentenza alquanto severa nei confronti del giovane allenatore romano sulle pagine del 'Corriere della Sera': "Contro il Genoa l'Inter ha giocato forse la peggior partita della stagione, pochissime virtù, qualche spunto individuale, una discreta confusione in comune con l'avversario che almeno nel frattempo sperava di vincere".

"La crescita si è esaurita, prevalgono adesso i problemi - spiega l'opinionista di punta di 'Sky' - Quando un progetto non è concluso succede sempre così, le cose sciacquano nel disordine e finiscono fuori misura.

Ora che gli attaccanti fanno fatica a svolgere il lavoro di tutti, l'Inter fa fatica a giocare buon calcio. Ha fatto 8 punti nelle ultime 7 partite, il problema non nasce ieri. Da quando ha battuto la Juve le ha restituito 8 punti, quasi una penitenza. L'Inter non ha un gioco, sa soltanto ripartire...
".

Sullo stesso argomento