thumbnail Ciao,

"Non ci aspettavamo una partenza così, pure io sono sorpreso - dice il presidente viola - Juventus? Dopo il caso Berbatov non ci sono particolari rapporti".

In pochi mesi alla Fiorentina è cambiato tutto: dalle difficoltà, dai pugni, dalle contestazioni della scorsa stagione alle soddisfazioni e al bel gioco di questa il passo è stato sorprendentemente breve. Una trasformazione che nemmeno il presidente Andrea Della Valle si aspettava.

"Il primo a essere sorpreso sono io - ammette a '5 minuti di recupero', programma di 'Rai 1' - In sei mesi abbiamo sistemato tutto, ma non ci aspettavamo una partenza così, soprattutto perché si tratta di un gruppo in gran parte nuovo. Merito di Montella, che sta facendo divertire la gente".

Per la Viola, ora, potrebbero aprirsi scenari inaspettati. "Siamo a un punto dalla zona Champions, credo sia un obiettivo per il quale possiamo lottare. Noi e altre cinque squadre. E siamo a buon punto anche con lo stadio: il sindaco si sta impegnando molto. E' l'unico modo per avvicinarsi alle big europee".

Una battuta anche sulla relazione con la Juventus, mai particolarmente serena ma compromessa dopo il caso estivo con protagonista Dimitar Berbatov. "Non ci sono rapporti particolari, quella è stata una brutta storia sulla quale non voglio tornare. Ma è Natale, cerchiamo di essere tutti più buoni".

Sullo stesso argomento