thumbnail Ciao,

Il patron friulano attacca ancora il mondo arbitrale: "Il rigore per l'Atalanta non c'era". Intanto per Guidolin si prospetta un futuro da direttore tecnico.

L'Udinese non va oltre il pareggio contro l'Atalanta, il patron dei friulani Pozzo attacca ancora pesantemente il mondo arbitrale, addebbitando alla direzione di gara la mancata vittoria degli uomini di Guidolin.

"La partita contro l'Atalanta è stata decisa dall'arbitro, il rigore per gli orobici non c'era e anche tutte quelle ammonizioni del primo tempo non le ho capite. Fossimo andati in vantaggio al riposo probabilmente avremmo portato a casa la vittoria"- dichiara un risentito Pozzo al 'Messaggero Veneto".

Unica nota lieta della gara il colombiano Muriel, al suo primo goal in maglia bianconera: "Speriamo che questa rete sia di buon auspicio per il prossimo anno, quando tutti dovremo impegnarci molto di più"- intima il patron.

Infine arriva la tirata d'orecchie per Willians, rivelatosi clamoroso flop di mercato: "Questa storia non mi è piaciuta per nulla, come società ci faremo sentire. Anche se quando succedono certe cose pure noi abbiamo le nostre responsabilità".

Intanto, come anticipato ieri dallo stesso Guidolin, il futuro del tecnico di Castelfranco Veneto potrebbe essere lontano dalla panchina. Infatti, come riportato stamane da 'Tuttosport', non è da escludere un cambio di ruolo, che dal 2013 lo vedrebbe nella nuova veste da direttore tecnico.

La panchina dei friulani potrebbe in quel caso essere occupata da uno tra Fabio Viviani, attuale collaboratore di Guidolin in Friuli, e Gianfranco Zola, che ora allena il Watford, altra squadra facente capo alla scuderia della famiglia Pozzo.

Sullo stesso argomento