thumbnail Ciao,

Il tecnico del Parma ha voluto tenere alta la concentrazione dei suoi giocatori in vista del derby emiliano, allontanando ogni forma di rilassatezza.

Il Parma affronta il Bologna nel derby emiliano, il tecnico Roberto Donadoni vuole chiudere il 2012 nel migliore dei modi e chiede ai suoi ragazzi massima concentrazione, ricordando anche il buon momento di forma degli avversari.

Intervenuto in conferenza stampa, l'allenatore gialloblù rifiuta ogni possibile calo di tensione: "Non voglio neanche sentire parlare di rilassatezza. Non abbiamo nessun motivo per essere rilassati. Al contrario abbiamo motivi per non esserlo, in primis l'avversario che andremo ad affrontare. Una squadra in grande crescita, che sta facendo risultati, che ha entusiasmo".

Servirà dunque il miglior Parma per avere la meglio sui rossoblù: "Dobbiamo mettere in campo altrettanto entusiasmo, comportarsi diversamente significherebbe commettere un grosso errore. E' una partita difficile contro un avversario che sta avendo un periodo particolarmente positivo. Ma noi non siamo da meno e dal punto di vista delle motivazioni dobbiamo essere superiori al Bologna".

Domani il Parma dovrà fare a meno di qualche importante pedina, ma Donadoni ha fiducia nei sostituti: "Quella di domani sarà una partita di grandi valutazioni da parte mia e della società. Ci tengo a ribadirlo. Sapremo tirare fuori anche indicazioni per l'immediato futuro.

Paletta
è un giocatore importante e non ci sarà per squalifica, ma ci sono giocatori che sanno ricoprire quel ruolo con le loro caratteristiche. La squadra ha sempre risposto alle assenze, questo è quello che voglio, senza cercare alibi"
.

Motivazioni che, a prescindere dall'impegno, dovrebbero essere sempre costanti secondo Donadoni: "Nessun professionista che si reputi di buon livello deve aspettare la partita contro un grande avversario o una partita particolare come un derby per avere motivazioni aggiuntive.

Questo è un discorso da professionisti con la P minuscola. Se invece vogliamo essere professionisti con la P maiuscola, allora dobbiamo ragionare sempre con la concentrazione massimale. Non è facile, ma bisogna provarci"
.

Sullo stesso argomento