thumbnail Ciao,

Raimondi al posto di Schelotto, non convocato: "A inizio settimana è stato poco bene , negli ultimi giorni non si è allenato. Si sta parlando dell'Atalanta per altro".

Atalanta concentrata per chiudere alla grande il 2012. Questo il diktat di Stefano Colantuono alla vigilia della gara interna contro l'Udinese. Sfida ostica, contro i friulani di Guidolin. Sfida da vincere per eliminare il concetto di discontinuità.

"Non capisco perché non dobbiamo essere soddisfatti dei nostri punti" sbotta il mister della Dea in conferenza stampa. "Stiamo viaggiando sulla farsa riga dello scorso anno e direi che non stiamo facendo male.

Magari Denis quest'anno sta distribuendo i goal in maniera diversa e questo fattore può essere determinante. Il campionato non è ancora finito ma a questa squadra si può rimproverare ben poco".


Deideri raggiunti e raggiungibili: "La salvezza da -6 è stato il nostro Scudetto. Regalo di Natale? Mi basterebbe vincere domani contro una squadra che negli ultimi anni è stata sempre nelle posizioni alte della classifica. Sono difficili da affrontare perché hanno un allenatore molto bravo".

Raimondi al posto di Schelotto, non convocato: "Non c'è perché a inizio settimana è stato poco bene e negli ultimi giorni non si è allenato. A me dispiace perché ultimamente si sta parlando dell'Atalanta per altre cose. Pensiamo alla partita che è molto più importante".

Sullo stesso argomento