thumbnail Ciao,

Il centrocampista argentino torna sull'episodio del big-match disputato a inizio novembre gettando benzina sul fuoco: "Quando accadono certe cose ci si arrabbia un po' di più".

Esteban Cambiasso torna a parlare di Juventus-Inter e lo fa gettando benzina sul fuoco. L'argentino non ha dimenticato la mancata espulsione di Lichtsteiner (già ammonito e autore nel primo tempo di una brutta entrata su Palacio) e a distanza di quasi due mesi alimenta le polemiche divampate dopo l'arbitraggio di Tagliavento.

"Nel momento nel quale un cartellino giallo come quello di Lichtsteiner durante Juventus-Inter non c'è - spiega il 'Cuchu' in un'intervista a 'Inter Channel'- allora lì si rovescia tutto il regolamento. Una giocata può essere vista o non vista, ma quando si cambia il regolamento ci si arrabbia un po' di più".

Insomma, un episodio che nonostante il successo nerazzurro allo 'Juventus Stadium' non è stato digerito: "Io di solito ho un buon rapporto con gli arbitri - evidenzia Cambiasso - ma quando avverto la sensazione che non ci sia un regolamento, ma proprio uno sbaglio voluto allora credo che in quel momento dovrebbe essere responsabilità non dell'arbitro non farlo, ma del giocatore stesso cercare ad esempio di evitare una seconda ammonizione".

Sullo stesso argomento