thumbnail Ciao,

L'ex centrocampista del Bologna è fuori per infortunio da inizio novembre. "Ho visto i miei compagni sempre provare a vincere, è l'Inter che mi aspettavo di vedere".

Si sta riprendendo pian piano dall'infortunio, Gabi Mudingayi. Fermo da inizio novembre per una lesione al collaterale interno del ginocchio sinistro e lesione muscolare all'adduttore della gamba destra, il centrocampista tornerà a gennaio

"Sto meglio, molto meglio. Ho iniziato a lavorare in campo da due settimane ed è meglio aspettare la sosta prima di rientrare, così avrò più tempo per recuperare come si deve e appena tornerò sarò al 100%" le parole rilasciate al sito ufficiale dell'Inter.

"E' difficile stare fuori, ho avuto sfortuna perchè non sono uno che si fa male spesso, sono arrivato qui con tanta voglia di fare e magari, volendo fare troppo mi sono fatto male. È difficile perchè comunque guardare gli altri e non poter dare una mano ai propri compagni credo che per un giocatore sia la cosa più difficile".

I suoi compagni stanno lottando per grandi traguardi: "E' l'Inter che mi aspettavo e che è andata in campo facendo sempre quello che è stato chiesto dal mister, un'Inter che ha sempre la voglia di vincere perché comunque abbiamo vinto tante partite.

Poi è ovvio che durante il campionato ci sono dei momenti un po' così e qualche partita in cui non sei al 100%, quindi ci sta anche di perdere. Compagni emister mi sono stati vicino dicendomi che sarei tornato presto e quando i compagni chiedono sempre di te è una cosa che motiva e che fa piacere".

Infine, l'ex Bologna, commenta il sorteggio europeo col Cluj: "Noi siamo l'Inter e dobbiamo pensare a quello che facciamo noi in campo, poi è sempre bene avere un occhio su quello che fanno gli altri ma l'importante è arrivare alla partita pronti e cercare di vincerla".

"Per il 2013 mi auguro che la squadra continui a giocare come sta giocando e se riuscissimo a fare anche meglio sarebbe un bene. A me auguro di poter dare una mano come ho sempre voluto, perché da quando sono arrivato qui il mio più grande desiderio è stare in campo coi compagni e dare il massimo quando il mister mi chiama in causa".

Sullo stesso argomento