thumbnail Ciao,

L'ex ct della nazionale ha fiducia nelle possibilità di riscatto immediato per la squadra di Mazzarri e promuove Fabio Cannavaro come potenziale futuro tecnico della Nazionale...

Intervenuto a 'Radio Crc' Marcello Lippi ha fatto il punto sulla difficile situazione del Napoli e non solo. Il tecnico del Guangzhou Evergrande ha sottolineato quanto sia importante, adesso più che mai, stare vicino alla squadra.

"Il Napoli aveva finora abituato troppo bene i suoi tifosi - ha dichiarato - . La squadra è reduce da tre anni di fantastica crescita, merito della saggezza e della bravura di Mazzarri. Sono stati anni soddisfacenti sia in campo nazionale che internazionale e questa crisi è figlia anche di situazioni extracalcistiche".

Lippi allontana quindi le critiche dagli azzurri: "In ogni caso l'unica cosa da fare è stare vicini alla squadra e sostenerla in questo momento difficile. Al Napoli non ha pesato l'etichetta di anti-Juve poichè ogni squadra che intraprende un filotto di vittorie viene considerata tale. L'unica anti-Juve è la Juventus stessa poichè è un gradino sopra tutte le altre".

Il tecnico sembra decretare con largo anticipo la Juventus come prossima squadra campione: "E' difficile ma nel calcio abbiamo assistito a recuperi eccezionali. Inter, Milan, Napoli, Lazio, Fiorentina a Roma a mio avviso possono lottare per il secondo posto ma devono pur sempre stare attente ad eventuali errori di chi le precede".

Alla fine Lippi fa un'ipotesi suggestiva e fa chiarezza sul proprio futuro: "Fabio Cannavaro futuro ct della Nazionale? Magari, glielo auguro, è un conoscitore di calcio e sarebbe il coronamento di una carriera già straordinaria allenare l'Italia. Un mio ritorno in Italia? No, non allenerò mai più squadre italiane".

Sullo stesso argomento