thumbnail Ciao,

Il figlio del boemo pubblica sul proprio profilo facebook una classifica 'al netto' degli errori compiuti dalle giacchette nere finora. Risultato? Giallorossi a -2 dalla Juve...

La striscia di successi consecutivi della risollevata Roma si è interrotta domenica scorsa a Verona contro il Chievo, allo spuntare di un Pellissier dalle nebbie del Bentegodi.

Episodio contestato dai giallorossi, assieme all'intera direzione arbitrale, al punto che Baldini aveva annunciato che Zeman non avrebbe parlato nel dopo partita per evitare di dire cose sgradevoli e che Capitan Totti aveva sintetizzato così il suo pensiero: "Non parlo, sennò mi squalificano...".

Linea di rabbia, ma anche di silenzio, e dunque l'Ad Fenucci non mente quando - intervenuto martedì sera alla cena di Natale della squadra - detta la linea giallorossa sulla questione: "L'arbitraggio di Verona? La Roma non commenta le prestazioni dei direttori di gara. Crediamo sia la strada giusta per evitare polemiche che poi rendono gli arbitri insicuri. Continuiamo così sperando che anche le altre società seguano questo indirizzo...".

Chi tuttavia una sua idea ben precisa ce l'ha e la esprime, non essendo peraltro un tesserato della Roma, è Karel Zeman, figlio del tecnico della Lupa. Se il padre non parla, ci pensa a lui a far conoscere il pensiero di famiglia, pubblicando sul proprio profilo facebook - come riferisce la 'Gazzetta dello Sport' - una classifica della Serie A 'depurata' da (presunti) errori arbitrali.

Secondo questa graduatoria, la Roma avrebbe 6 punti in più e quindi sarebbe seconda a 35 punti, a sole due lunghezze di distanza dalla Juventus capolista (che avrebbe quindi 4 punti in meno). A 32 Inter e Fiorentina, a 30 Lazio e Napoli, a 28 il Catania. Il Milan sarebbe solo all'11simo posto, a quota 22.

Sullo stesso argomento