thumbnail Ciao,

Il giovane attaccante rossonero si gode il momento di gloria: "Che bello essere davanti a Klose e Cavani. In coppa con la Juve ce la giochiamo e per il campionato si vedrà...".

E' uno Stephan El Shaarawy a tutto tondo quello intervistato da 'Milan Channel' ai margini della festa natalizia del Savona, squadra in cui ha dato i primi calci al pallone il Faraone Rossonero.

Il ventenne talento italo-egiziano sta letteralmente trascinando il Milan a suon di numeri. 1417 minuti giocati con ben 14 reti in attivo in campionato significano un centro ogni 101 minuti. Una media pazzesca.

E pensare che i bookmakers italiani erano stati ciechi ad inizio stagione escludendo 'El92' dalla lista dei 30 favoriti e relegandolo nella voce 'Altro' per il titolo di capocannonieri con una quota di 70 volte la posta, che ad oggi si è abbassata addirittura fino a 2,75. Insomma El Shaarawy non solo idolo della tifosi rossoneri, ma anche grande affare per alcuni scommettori.

"Essere davanti a gente come Klose e Cavani - ha detto l'attaccante milanista con il suo solito fare modesto - è una cosa bellissima perchè loro sono dei grandi campioni. Ma anche se non segno è importante che io faccia assist per aiutare la squadra a vincere. Sto passando un buon momento e spero di continuare così".

Giovanissimo ma con la personalità giusta per parlare di tutti ma soprattutto di tutti, El Shaarawy ha così commentato il lavoro del tecnico Massimiliano Allegri: "Si è meritato di mangiare il panettone. Se ne sono sentite tante nei suoi confronti ma dobbiamo ringraziarlo per quello che ha fatto nel momento di crisi".

Ringraziamenti anche al presidente Berlusconi: "Grazie per tutti i complimenti che mi sta facendo ultimamente" e un commento su due suoi compagni di reparto: "Robinho sta facendo bene e spero che resti, mentre con Niang ho un ottimo rapporto, è un bravissimo ragazzo e lo sto aiutando nell'apprendere in fretta l'italiano".

Il capocannoniere del nostro campionato non dimentica le due rivali storiche: "Con la Juventus ci vedremo a gennaio in coppa. Il loro stadio è caldo ma ce la giochiamo 11 contro 11 e daremo il massimo per passare il turno. Per quanto riguarda l'Inter spero davvero di superarli il prima possibile ma la strada è lunga e ci sono tante partite".

E la prima, che sarà quella che chiuderà il 2012, si terrà a Roma: "Loro sono una squadra molto tencica - ha concluso El Shaarawy - quindi servirà grande concentrazione per sfruttrae gli spazi che ci lasceranno. Il regalo di Natale che più vorrei? Rimanere in testa alla classifica marcatori ed essere davanti alla Roma dopo sabato".

Sullo stesso argomento