thumbnail Ciao,

Beretta difende il prodotto, non il luogo: "Se a ogni turno di campionato abbiamo oltre 9 milioni di telespettatori, il problema non è la qualità del contenuto ma la location".

La Juventus, per ora, è l'unico esempio di stadio moderno sul territorio italiano. L'Udinese dovrebbe essere la prossima, mentre il Cagliari, sta avendo problemi da diverso tempo (anche se in questo caso si tratta di impianto nuovo, ma non di proprietà).

In tal proposito, Maurizio Beretta, presidente della Lega di Serie A, si mostra pessimista circa l'approvazione della nuova normativa sugli stadi entro la fine di questa legislatura. Insomma, per vedere miglioramenti, bisognerà attendere l'elenfantiaca burocrazia italiana.

''Purtroppo è molto difficile che in questa legislatura sia approvata la legge sugli stadi di proprietà, servirebbe un guizzo per approvare il testo di una legge che così com'è va bene e permetterebbe di colmare il gap con gli altri Paesi" le parole del numero uno della Lega.

Beretta difende il prodotto, non il luogo: "Se a ogni turno di campionato abbiamo oltre 9 milioni di telespettatori, il problema non è la qualità del contenuto ma la location. Le 150 mila persone che frequentano i nostri stadi trovano un'accoglienza ben diversa da quella a cui sono abituati in altri ambiti''.

Sullo stesso argomento