thumbnail Ciao,

Prandelli indica la strada a De Rossi: "Baldini ha detto che De Rossi non è sereno, io sono convinto che attraverso il suo lavoro convincerà Zeman a cambiare idea".

Sono due dei punti di forza della Nazionale Azzurra, eppure nei loro rispettivi club stanno facendo grandissima fatica ad imporsi. Daniele De Rossi e Mario Balotelli stanno vivendo un momento di grande difficoltà rispettivamente alla Roma ed al Manchester City.

Cesare Prandelli, intervistato ai microfoni della Rai, ha così parlato del centrocampista giallorosso: "Dobbiamo sempre avere grandissimo rispetto per le scelte di un allenatore. Baldini ha detto che De Rossi non è sereno, io sono convinto che attraverso il suo lavoro convincerà Zeman a cambiare idea, tutto dipende sempre dal giocatore".

Balotelli intanto è ai margini del City: "Mancini lo vede tutti i giorni ed è un allenatore vincente. Ha quindi ragione quando dice che Mario rischia di bruciarsi. Non so se tornerà in Italia, per me l'importate è che anche chi gioca all'estero lo faccia con continuità di prestazione. Non dipende dalla città in cui uno gioca ma solo da come gioca".

Prandelli, invece, apre le porte ad un ritorno in azzurro di Antonio Cassano... "Deve continuare così - ha detto il Ct della Nazionale - Deve continuare a lavorare come sta facendo e se sarà in queste condizioni quando si arriva ai Mondiali... In questi due anni è stato il più carismatico del gruppo e si è assunto molte responsabilità. Ha meritato la convocazione agli Europei e ha meritato tutti i complimenti. Adesso, però, è iniziato un nuovo ciclo e abbiamo deciso di premiare nuovi giocatori. Per lui, comunque, vale il discorso che viene fatto per Di Natale".

Per la Nazionale si chiude un 2012 molto intenso: "Siamo riusciti a recuperare il rapporto con la gente. I voti non li do, quelli li lascio a voi. Ho trovato un gruppo responsabile che ha capito che potevamo trasmettere una nuova idea di calcio, ci sono i margini per fare ancora meglio. Nelle amichevoli abbiamo dato spazio ai giovani, hanno così avuto modo di fare esperienza".

Il Ct azzuro dice poi la sua anche sulla Juventus che sta dominando il campionato... "A mio parere, l'anti-Juve è la stessa Juve - ha detto Prandelli - Quella bianconera è una squadra impressionante, che detta i ritmi di gioco e non si accontenta mai. Conte le ha dato una continuità straordinaria. E per ottenere questi risultati non basta certo il carisma, Conte sta dimostrando di avere anche idee e capacità di lavorare sui dettagli".

"Montella? E' riuscito a dare qualità di gioco e idee in poco tempo alla Fiorentina - ha detto ancora Prandelli a proposito della sua amata ex squadra - I viola giocano a calcio su tutti campi e Montella è stato straordinario nel trasmettere al gruppo la giusta filosofia".

E sull'esonero di Cosmi, avvenuto ieri notte... "Non posso che abbracciarlo - ha detto il Ct - E' sempre riuscito a dare carattere e gioco alle sue squadre, non credo meritasse questo trattamento da parte del Siena".

Sullo stesso argomento