thumbnail Ciao,

Su possibili acquisti, invece, il direttore sportivo viola non dice molto: "Il mercato di riparazione serve quando hai infortuni importanti. Noi oggi non ne abbiamo".

Il direttore sportivo della Fiorentina, Daniele Pradè, è intervenuto stamane ai microfoni del canale ufficiale della società, 'Violachannel', dopo la vittoria per 4-1 nel derby toscano contro il Siena, che rilancia in classifica la squadra di Montella.

"Il gioco non ci è mai mancato, - ha detto il dirigente - negli ultimi 20 giorni ci sono forse mancati i risultati ma la vittoria sul Siena ci ridà entusiasmo e voglia di continuare in quello che stiamo facendo".

Ora la squadra di Montella sarà impegnata in Coppa Italia, e mercoledì affronterà l'Udinese al Friuli. "Ci teniamo tantissimo. - ha sottolineato Pradè - Andremo là per giocarcela e provare a passare il turno. Troveremo una squadra in netta ripresa, con giocatori forti, ma noi cercheremo di imporre il nostro gioco".

Capitolo mercato. Pradè non si sbilancia più di tanto, dando l'impressione che la Fiorentina non voglia spendere grosse cifre a gennaio, dopo gli sforzi compiuti in estate. "Quello invernale è un mercato di riparazione che serve quando hai infortuni importanti. - ha affermato il ds viola - E' vero che abbiamo perso Hegazy, ma abbiamo alternative valide come Migliaccio o Camporese che sta recuperando".

"Ad oggi - ha aggiunto Pradè - situazioni importanti in mano non ne abbiamo perché non ci sono situazioni che interessano, il campo parla chiaro, abbiamo sempre segnato".

Poi il ds prova a tracciare un bilancio di questi primi sei mesi: "Mancano ancora due partite alla fine del girone di andata e c'è la Coppa Italia. Ma il bilancio della nostra testa, della nostra situazione iniziale è già vincente. Oggi venivamo allo stadio e abbiamo visto tantissime famiglie e tantissimi bambini. Questo vuol dire che noi abbiamo vinto".

Infine sui grandi applausi del pubblico del Franchi a David Pizarro dopo la morte della sorella, con il cileno che ha anche realizzato un calcio di rigore. "L'abbraccio dei tifosi a Pizarro è stato da brividi, sinceramente quello che ha fatto la curva a Pizarro è stato emozionante", ha concluso Pradè.

Sullo stesso argomento