thumbnail Ciao,

La rabbia della Roma fa eco da Verona, Balzaretti è una furia: "Arbitro a senso unico, la società intervenga!"

I giocatori giallorossi, di ritorno dalla trasferta di Verona, hanno espresso tutta la loro rabbia per il risultato maturato, ma soprattutto per la direzione arbitrale.

La Roma cade sul campo del Chievo e si scatenano le polemiche per l'arbitraggio condotto nel match, culminato con il goal il goal di Pellissier allo scadere. I giocatori giallorossi, tornando nella capitale, hanno espresso tutta la loro rabbia, sia per la prestazione che per gli episodi che hanno condizionato il risultato.

Come riportato sulle pagine della 'Gazzetta dello Sport', il più infuriato è Federico Balzaretti, che ci va giù pesante: "L'arbitraggio? A senso unico, ma non voglio andare oltre. C'è una società, spero intervenga e dica la sua in merito. Il goal subito? Non possiamo rimproverarci nulla, nonostante fossimo in dieci per l'infortunio di Marquinhos. Ma se è fuorigioco è fuorigioco, non eravamo messi male noi".

Lo stesso terzino sinistro della Roma aveva subito un presunto fallo in area di rigore avversaria, prima del goal subito: "Ha preso tutto, ma è un rigore che puoi dare oppure no. A parte questo, sono nero perché queste sono partite da vincere, dovevamo chiudere prima la partita".

Balzaretti è consapevole di aver gettato via un'importante occasione per raggiungere le parti alte della classifica: "Era il treno buono, lo sapevamo. Pazienza, ci crediamo lo stesso. Anche perché è vero che non siamo stati brillanti come altre volte, ma la partita l'abbiamo fatta sempre noi, sotto il profilo dell'impegno non possiamo rimproverarci niente".

Al difensore fa eco anche Miralem Pjanic, che su facebook esprime tutta la sua amarezza: "Sono solo triste, vorrei dire tante cose". Mentre Florenzi preferisce non vedere ancora una volta le immagini: "Meglio che non rivedo il fuorigioco in tv". Segnali di nervosismo anche da Pablo Osvaldo, che alla stazione ha risposto ad un tifoso che lo rimproverava ("Oggi sei stato inguardabile"): "E' un'opinione tua".

Più diplomatico invece l'ex di turno Micheal Bradley: "Non so che dire sugli errori arbitrali, anche se è evidente che ci siano state delle situazioni poco chiare. Ma questo è il calcio, a volte devi saper accettare anche queste cose e vincere lo stesso. Noi, invece, non ci siamo riusciti. Ci è mancato il goal, dovevamo chiudere la partita prima, loro sono stati bravi a sfruttare l'unica occasione a disposizione".

L'americano ha vissuto il match con emozione particolare, tornando in quella che era casa sua: "È stato bello tornare, anche se sono felicissimo di quello che sto vivendo a Roma. Adesso, però, dobbiamo solo pensare al Milan, quella è una gara da vincere a tutti i costi".

Intanto si prospetta una settimana molto importante in casa giallorossa: a Roma sbarcano infatti il presidente Jim Pallotta e l'amministratore delegato Mark Pannes, che hanno in programma l'ufficializzazione del nuovo a.d. italoamericano ed alcuni incontri riguardanti lo stadio, la cena di Natale e le strategie future di marketing.

Sullo stesso argomento