thumbnail Ciao,

Ancora un goal per l'ex milanista su calcio di punizione, che ora mette nel mirino i record di 'Le Roy' e di Del Piero in bianconero, e quello assoluto in A di Mihajlovic.

Un'altra fantastica punizione a lasciare sbigottito portiere e squadra avversari. Per la Juventus, la gara interna contro l'Atalanta, oltre al titolo virtuale di campione d'inverno, ha emesso un altro importante verdetto: Andrea Pirlo sta diventando sempre più 'letale' e decisivo sui calci piazzati.

Stavolta il regista bresciano si è inventato 'un arcobaleno alla Platini' per superare la barriera atalantina e infilare Consigli. Un colpo che a molti ha ricordato le celebri punizioni del numero 10 francese, ora presidente dell'Uefa.

Per Pirlo quello segnato ieri è stato già il 4° goal stagionale in 15 presenze, numeri che potrebbero portarlo a superare il suo primato in A di 9 realizzazioni in un campionato, risalente al 2002-03, o almeno le 6 realizzazioni raggiunte con la maglia della Reggina nel 2000 o in maglia rossonera nel 2003-04.

Ma c'è di più: tutte e 4 le reti sono state messe a segno su calcio di punizione: contro l'Atalanta ieri l'arcobaleno, contro Parma e Siena il rasoterra velenoso sotto la barriera che salta, contro la Roma il tiro a giro sul palo del portiere.

Cifre che indicano chiaramente come il regista stia diventando sempre più uno specialista del genere, tanto da insidiare ora numerosi primati. Il primo è quello interno alla Juventus di marcature sui calci di punizione. Pirlo è infatti a un passo dall'eguagliare il record detenuto in coabitazione dallo stesso Platini (5 goal su punizione nel 1984-85) e da Del Piero (che gli mise a segno nel 2008-09).

Ma anche il record assoluto di 8 goal su punizione in una stagione, detenuto da Sinisa Mihajlovic, e risalente al 1998-99, non è poi molto distante. Anche sulla classifica generale dei migliori marcatori su punizione in assoluto del campionato di Serie A, Andrea Pirlo sembra destinato comunque a scalare posizioni.

Per il momento il bresciano è a quota 19 goal su punizione in A. Davanti a lui solo grandi specialisti come Gianfranco Zola (20), Roberto Baggio (21), Alessandro Del Piero (22) e Sinisa Mihajlovic, primatista assoluto con 28 centri su calcio piazzato.

Insomma: Pirlo, con il goal di ieri, è entrato di diritto fra i numeri uno delle punizioni, tanto da ricevere l'incoronazione significativa del proprio allenatore, Antonio Conte: "Anche se Messi ha fatto non so quanti mila goal, darei a Pirlo il Pallone d'oro. - ha detto il tecnico salentino nel dopo partita - E così avrei anche il piacere di essere l'allenatore di un Pallone d'oro. Magari in futuro mi capiterà...".

Sullo stesso argomento