thumbnail Ciao,

Il patron del Milan è entusiasta di quanto sta facendo El Shaarawy, che ha letteralmente preso per mano la squadra rossonera, tanto da 'perdonarlo' per la sua 'cresta'.

Il Milan sta risalendo la classifica, con quella sul Pescara di questo pomeriggio sono quattro le vittorie consecutive conquistate dai rossoneri. Una risalita che porta la firma di un giocatore in particolare: Stephan El Shaarawy.

E' il giovane attaccante italo-egiziano che ha preso per mano la squadra rossonera e coi suoi goal, ma anche coi suoi assist, ha dato una svolta al campionato della formazione allenata da Allegri. E anche il patron Silvio Berlusconi ha eletto il 'Faraone' a salvatore della patria rossonera... "El Shaarawy ha iniziato a segnare un goal o due ogni partita quindi ho cambiato atteggiamento anche sulla sua 'cresta' - ha detto Berlusconi ai microfoni di Canale 5, intervistato per il programma 'Domenica Live' - Dopo anni di trionfi, è attorno a lui che stiamo costruendo una nuova squadra".

"Il Milan è la squadra più titolata del mondo ed io il presidente più vincente - ha detto ancora Berlusconi - L'anno scorso, però, è finito un ciclo; dodici giocatori ci hanno lasciato per limiti di età, mentre due campioni ci hanno lasciato per limiti di bilancio. Adesso stiamo ricostruendo e stiamo cercando fra i migliori 100 giovani del mondo i nostri nuovi campioni del futuro. Basti pensare che abbiamo un giocatore di 15 anni che è straordinario, coi i piedi riesce a segnare nel cesto della pallacanestro".

"Io, per quanto mi riguarda, sto cercando di stare il più vicino possibile alla squadra - ha concluso il patron rossonero - Il calcio è un po' una metafora della vita, i calciatori diventando una sorta di eroi, per cui devono vincere convincendo nel rispetto dell'avversario".

Sullo stesso argomento