thumbnail Ciao,

Il dg giallorosso evita di montare un caso attorno alla nuova esclusione del centrocampista e chiarisce: "Daniele rimane molto importante, fatti tanti sacrifici per tenerlo".

C'è grande amarezza in casa Roma dopo la sconfitta patita oggi contro il Chievo. A far imbufalire Zeman - che non ha voluto rilasciare dichiarazioni al termine della gara - e i giocatori, è stato il presunto offside di Pellissier nell'azione del goal decisivo. Al posto del boemo si è presentato ai microfoni delle tv il dg Franco Baldini che, oltre ad analizzare la gara del Bentegodi, ha voluto dire la sua anche sul caso De Rossi.

Il centrocampista della Nazionale è stato nuovamente escluso dal 1' e ha trovato spazio soltanto nella ripresa, entrando al posto di Bradley. "De Rossi? A nessuno fa piacere non giocare, è normale che il suo umore non sia dei migliori - ha spiegato Baldini a 'Sky' - Ritengo però che le scelte di Zeman nelle ultime 3-4 gare siano state tutte azzeccate, per cui è inutile montare un caso".

De Rossi, ha poi aggiunto Baldini, non deve sentirsi sminuito: "Ha fatto solo due panchine consecutive. Rimane un giocatore molto importante, non meno di altri come Florenzi, Bradley o Tachtsidis. Abbiamo fatto tanti sacrifici per tenerlo".

La società, del resto, ha voluto costruire una Roma competitiva e ricca di opzioni: "Volevamo dare a Zeman una squadra che fosse il più forte possibile". De Rossi, insomma, si rassegni alla concorrenza. O cambi aria, visto che gli estimatori, soprattutto all'estero, non gli mancano...

Sullo stesso argomento