thumbnail Ciao,

Allegri esulta per il poker del Milan e sulla questione Robinho introduce una novità: "La società sa come sostituirlo, ma il momento economico non è facile"

Il tecnico rossonero ha parlato a 'Sky' dopo il 4-1 al Pescara: "Il brasiliano è il mio figlioccio, spero resti. Dobbiamo difendere meglio, ma abbiamo una buona base".

Massimiliano Allegri fa il perfezionista. Il suo Milan demolisce sotto quattro goal il Pescara conquistando la quarta vittoria consecutiva in campionato, ma l'allenatore livornese riesce a trovare il pelo nell'uovo in una prestazione quasi perfetta.

"Abbiamo difeso male - dice a Sky Sport' - dopo il 2-0 ci siamo rilassati, abbiamo preso goal e abbiamo rischiato di subire il secondo. E' stata una bella vittoria, ma se vogliamo rimanere agganciati alle prime sei dobbiamo mettere a posto un po' di cose. Con la Roma dovremo essere perfetti in difesa".

Allegri parla anche di Robinho, e della sua voglia di tornare a 'fare il bagno' in Brasile: "Più di parlarci non posso fare. E' il mio figlioccio, con me gioca da due anni e mezzo e nel complesso è stato il migliore. Vuole tornare in patria, ma se resterà lo farà con grande impegno, perché è un professionista. La società sa bene come sostituirlo se dovesse partire, ma sappiamo bene che il momento economico non è facile".

Cosa manca a questo Milan per tornare ad essere competitivo nelle primissime posizioni? "Che tutti tornino nelle migliori condizioni. Questa squadra ha già un'ottima base per la prossima stagione. Con un mix di giovani ed esperti potremo competere su tutti i fronti".

Sullo stesso argomento