thumbnail Ciao,

Pozzo soddisfatto del punteggio, non dell'arbitraggio: "Udinese di carattere, espulsione di Heurtaux ingiusta"

Brkic assolto nonostante l'errore: "La rete è un infortunio, c’è stato un rimbalzo cattivo del pallone, non darei la colpa al portiere. E' stato determinante per l'1-1 finale".

Con le unghie, con i denti. E con un po' di fortuna. L'Udinese riesce a strappare un preziosissimo punto, a un minuto dalla fine, contro l'ostico Palermo di Gasperini. Decisivo per l'1-1 finale, come al solito, capitan Totò Di Natale.

Al termine della gara, però, il patron dei friulani Gianpaolo Pozzo ha di che recriminare. "E’ stata una partita difficile, resa ancora più complicata dall’espulsione di Heurtaux che secondo me è stata ingiusta. Ho visto il carattere giusto nella squadra e grazie a questo è arrivato il pareggio".

"Non è certo stata una passeggiata, il Palermo è una buona squadra e non merita la classifica che ha in questo momento. Poi in dieci contro undici non era davvero facile recuperare il risultato: avevamo alcuni giocatori sottotono, al rientro dagli infortuni, ai quali va giustamente dato il tempo per ritrovare la forma migliore.

Non siamo stati a tratti brillantissimi, ma ho visto il carattere della squadra e di questo sono
veramente contento. Partite come questa, se non hai il carattere giusto, finisci per perderle".

Brkic assolto nonostante l'errore: "La rete è un infortunio, c’è stato un rimbalzo cattivo del pallone, non darei la colpa al portiere, che invece poi ha fatto parate determinanti per il risultato finale".

Finale dedicato a Muriel: "Giocava per la prima volta dopo tanto tempo, deve trovare la giusta condizione. Questo non è il vero Muriel, lo dobbiamo ancora ammirare".

Sullo stesso argomento