thumbnail Ciao,

Stramaccioni ha scoperto un nuovo gioco per la sua Inter: "E' diventato uno sport non dare rigore su Ranocchia. Talmente solare..."

Il tecnico dei nerazzurri se la prende con gli episodi dopo l'1-0 contro la Lazio: "Trattenuta plateale, pali. Sfortuna. Ranocchia: "Era rigore, Ciani mi ha trattenuto più volte".

Pali, rigori non dati. Insomma, episodi. La sconfitta dell'Inter a Roma contro la Lazio è dovuta, secondo Andrea Stramaccioni, sooratutto a questi piccoli punti. Tanti se, tanto da recriminare. Rabbia di sfortuna e di arbitri.

"Forse non siamo ancora più forti degli episodi, ma quella trattenuta è talmente plateale..." dice il tecnico nerazzurro a proposito di una trattenuta di Ciani in area su Ranocchia, l'episodio della discordia. Quello che lo ha fatto infuriare.

"Non capisco come l'arbitro di porta non possa aver aiutato l'arbitro, se vale questo vale tutt. Quando un tiro di Palacio va fuori di poco, prendi due pali e un contatto ci viene fischiato contro, ribadisco che ci sono degli episodi e per ora si vede che non ne siamo più forti" la convinzione dell'ex tecnico delle giovanili interiste.

Sulle pagine della 'Gazzetta dello Sport' Strama torna all'episodio contro il Cagliari: "E' diventato uno sport non dare rigore su Ranocchia? E' una trattenuta troppo plateale, visto che c'è un arbitro dietro la porta che dovrebbe guardare solamente quello...".

Il diretto interessato non ci sta: "Ciani mi ha trattenuto più volte, quello era rigore. L'assistente di porta? Non so come non si possa vedere un fallo così, di certo aveva già avvertito Ciani due volte ma non è che con gli avvertimenti si vada molto lontano...". Arrabbiato anche Zanetti: "Quando gli episodi sono tanti e in tante partite, cominciano a pesare".



Sullo stesso argomento