thumbnail Ciao,

Il presidente biancoceleste: "Noi cerchiamo di giocare partita dopo partita con la consapevolezza di avere una squadra che può giocarsela con chiunque".

La sfida contro l'Inter rappresenta un vero e proprio esame per la Lazio, che sogna di inserirsi nella corsa per lo scudetto. Lo stesso presidente Claudio Lotito ammette che dalla gara di stasera si capirà qualcosa in più sulla stagione che aspetta la società capitolina: "L'Inter è una squadra molto forte - ha dichiarato ai microfoni di 'Sky' - e al di là che uno possa vincere o meno con la Juve questa sarà una gara molto difficile, è un crocevia per capire se possiamo stare tra le prime in classifica o se dobbiamo fare un campionato diverso. Noi cerchiamo di giocare partita dopo partita con la consapevolezza di avere una squadra che può giocarsela con chiunque".

C'è tanta voglia in casa Lazio di tornare ai tre punti dopo il pareggio di Bologna: "Con il Bologna non è andata bene. Dipendenti da Klose? Non condivido questa considerazione, a volte non siamo riusciti a segnare nemmeno con Klose. Bologna è stato un calo di tensione che non deve accadere a una grande squadra. Forse Klose ha più esperienza per evitare questi cali di tensione ma non è la sua presenza a determinare le vittorie, ci è mancato l'atteggiamento giusto da centrocampo in su. Siamo una squadra a cui manca cinismo agonistico".

Chiusura dedicata al caso Diakitè, che sembrava aver trovato un'intesa proprio con l'Inter: "Io avevo preso contatti con la dirigenza interista che aveva negato ogni approccio, non c'è alcun problema".

Sullo stesso argomento