thumbnail Ciao,

Comune di Quartu e Cellino non vanno più d'accordo, anche ieri una riunione per fissare le cose da fare per entrambe le parti. Ultimatum dalla Commissione provinciale.

I tifosi del Cagliari avranno mai pace? Probabilmente no. La telenovela relativa allo Stadio Is Arenas giunge alla puntata 9000. Tanta suspense, poca voglia di continuare a seguirla. Eppure l'impianto rossoblù ora rischia più che mai.

La Commissione provinciale di vigilanza, quella che in questi mesi di volta in volta si è pronunciata sull'apertura dei settori del nuovo impianto, ha dato ultimatum al Cagliari e al Comune di Quartu: lo stadio non può rimanere un cantiere.

I tempi? Trenta giorni per terminare tutto, in pratica prima della sfida casalinga che aprirà il 2013 per la compagine di Pulga e Lopez, contro. In mezzo al tutto c'è l'inchiesta della Procura sui lavori intorno allo stadio e la ripartizione delle competenze.

Comune di Quartu e Cellino non vanno più d'accordo, anche ieri una riunione per fissare le cose da fare per entrambe le parti. Presente anche lo stesso presidente.

L'obiettivo della Commissione è quello di arrivare all'eventuale concessione dell'agibilità di tutto l'impianto. In caso contrario potrebbe sul serio arrivare la chusura dell'impianto come in passato.

Sullo stesso argomento