thumbnail Ciao,

"Francesco è un leader, uno dei migliori della storia - dice l'americano - Lui e Osvaldo aiutano i più giovani. Obiettivi? Vogliamo lottare per un posto in Champions League".

Non erano pochi, a inizio stagione, quelli che storcevano il naso di fronte all'acquisto di Michael Bradley da parte della Roma. Invece, il centrocampista americano preso dal Chievo ha stupito tutti, diventando titolare inamovibile nello schema di Zeman.

Giocherà anche domenica, a Verona contro la sua ex squadra. La Roma è il coronamento di un'ascesa costante e globale: Metrostars, poi gli olandesi dell'Heerenveen, i tedeschi del Borussia Moenchengladbach, gli inglesi dell'Aston Villa, e infine - appunto - il Chievo. Sempre a livelli eccelsi.

Il centrocampista statunitense ha parlato a 'topmercato.com': "Fino a questo momento è andato tutto bene. Mi sento benissimo, anche se devo migliorare nella circolazione della palla e in interdizione. Merito anche di Totti: è un leader, uno dei migliori della storia. Mi sento fortunato a giocargli accanto".

La Roma si sta riprendendo e pare ora aver trovato continuità. "Siamo una squadra giovane, ma giocatori come Totti e Osvaldo che permettono di imparare molto. Napoli, Lazio e Fiorentina sono molto forti, ma noi contiamo di lottare con loro per un posto in Champions".

Sullo stesso argomento