thumbnail Ciao,

Da quando è all'Inter, l'allenatore ha vinto tutti i big match, tranne quelli con le romane. Sabato ci sono i biancocelesti: Cassano o Palacio con Milito? Mercato: piace Ferreyra.

Sembra quasi un tabu: da quando - inizio aprile - ha assunto le redini della prima squadra dell'Inter, Andrea Stramaccioni a vinto tutti i big match. Tranne quelli con Lazio e Roma. Proprio lui, che nella capitale è cresciuto e nella capitale ha cominciato la propria carriera di allenatore.

Ha allenato in due partite contro le romane, Strama, e le ha perse entrambe. Due 1-3: il primo all'ultima giornata dello scorso campionato contro la Lazio, una sconfitta che costrinse l'Inter ai preliminari di Europa League; l'altra al secondo turno di questa stagione, in casa contro la Roma.

Per carità: per il resto Stramaccioni e la sua Inter viaggiano a mille, contro le altre grandi. Nei cinque scontri tra le prime sette in classifica i nerazzurri hanno fatto meglio di tutti: 12 punti, contro gli 11 della Juve. L'unico ko, appunto, è stato quello contro Totti e compagni all'inizio del torneo.

L'ennesima opportunità per sovvertire la tradizione sfavorevole arriva sabato sera, nel match dell'Olimpico contro la Lazio. Stramaccioni è indeciso su chi affiancare a Milito: Antonio Cassano e Rodrigo Palacio lottano per una maglia. Il tridente? Decisamente improbabile.

A proposito di attacco, per gennaio l'idea è sempre quella di prendere un vice-Milito. L'ultimo nome della lista è quello di Facundo Ferreyra, detto 'Chucky' come la bambola assassina, centravanti del Velez campione d'Argentina. Senza dimenticare Klaas Jan Huntelaar, soprattutto dopo l'apertura del suo agente.

Sullo stesso argomento