thumbnail Ciao,

L'esterno uruguagio, così come, assicura, il resto della squadra, non vuole trascurare nulla. L'obiettivo è vincere il campionato, ma anche "arrivare in fondo in Europa League".

"Pensiamo all'Inter, non alla Juventus". Lo dice Alvaro Pereira, uno di quelli fermamente convinti che i nerazzurri possano competere ad armi pari per il titolo con la banda Conte. Nessun complesso di inferiorità, dunque, ma solo tanta, tanta grinta in funzione di un unico obiettivo. Anzi due, come si capisce dalle dichiarazioni odierne del cursore uruguagio.

"Noi lavoriamo per lo scudetto e anche per arrivare in fondo in Europa League: vincere il campionato è l'obiettivo di tutta la squadra", ha assicurato, ai microfoni di 'Sky', l'ex Porto, che ha invitato i suoi compagni di squadra a pensare solamente a loro stessi.

"Inutile guardare in casa della Juve, dobbiamo concentrarci unicamente sui nostri impegni, pensando a conquistare risultati positivi", le parole di Pereira, che pian piano, dopo un avvio così così, si sta ritagliando sempre più spazio in squadra. "Adesso va meglio perché giocando le ultime tre partite, vedo che con i compagni sto trovando sempre più intesa. Adesso speriamo che vada sempre meglio".

L'uruguaiano è importante anche per la sua duttilità: "Il mio ruolo? Io copro la mia posizione sia con 5 che con 4. Preferisco giocare a 5, perché si riesce ad essere più offensivi, ma posso giocare anche a 4". Tra le persone che lo hanno aiutato di più a inserirsi c'è Zanetti: "Stiamo sempre insieme, abitiamo vicino ed è stato molto importante per me da quando sono arrivato a Milano. Mi dice di sfruttare al massimo tutto quello che sto vivendo".

A gennaio Pereira potrebbe ritrovare all'Inter anche qualche ex compagno del Porto: "Fernando è bravo, gioca davanti alla difesa. Ha una buona tecnica. Rolando è un difensore, sta facendo bene anche in nazionale. E' molto bravo tecnicamente. Loro però sono giocatori del Porto, parlo di loro in quanto ex compagni di squadra. Non perchè potrebbero venire qui".

Infine uno sguardo al nuovo anno: "Che cosa chiedo al 2013? Di vincere lo scudetto e di raggiungere obiettivi importanti. Il codino? Se vinciamo, lo taglio.."

Sullo stesso argomento