thumbnail Ciao,

Il presidente granata si è presentato al centro d'allenamento per riprendere la squadra e in particolare Cerci. L'esterno, autore di un alterco col tecnico, può essere ceduto.

Di solito, dopo una sequenza di sconfitte a rischiare è l'allenatore. Sotto accusa al Torino sono invece i giocatori, strigliati da Urbano Cairo dopo la seconda batosta di fila, il 2-4 col Milan di domenica. Ventura resta al suo posto, chi deve svegliarsi siete voi: ecco il succo del discorso del presidente al centro d'allenamento.

Chi ne ha avute più degli altri è stato Alessio Cerci. In ombra coi rossoneri, nell'intervallo ha pesantemente litigato col tecnico. Rischia una multa e pure il posto da titolare nel delicatissimo match col Genoa. Ma non è escluso che l'esterno, che Ventura si è coccolato anche a Pisa e Bari, possa essere messo sul mercato a gennaio.

Anche gli altri giocatori sono stati metaforicamente appesi al muro da Cairo. "Dovete lavorare di più e meglio. Basta lamentele e scuse, prendetevi le vostre responsabilità. Ventura è il vostro allenatore: noi della società crediamo in lui, dovete farlo anche voi". Chiarissimo.

Cairo spera di riportare il Torino in una zona più tranquilla, dopo le ultime sconfitte che l'hanno fatto piombare di nuovo a un passo dalla zona retrocessione. E chissà che non sfoghi la propria delusione sul mercato, rinforzando una squadra che - questo sì - ha comunque palesato diversi limiti.

Sullo stesso argomento