thumbnail Ciao,

Stendardo verso un'esclusione nelle prossime gare: "Ci siamo confrontati sia con lui che con la società e Guglielmo ha fatto la sua scelte".

E' un caso più unico che raro quello che si è venuto a creare in casa Atalanta. Guglielmo Stendardo infatti, ha deciso di non seguire la squadra a Roma per l'impegno di Coppa Italia perchè alle prese con l'esame di avvocato.

Il difensore, sarà occupato per i prossimi tre giorni ma non ha ricevuto da Stefano Colantuono alcun permesso per assentarsi. Lo stesso tecnico dell'Atalanta, intervistato ai microfoni di Sky, ha fatto il punto sulla situazione: "Io ho un rapporto di vecchia data con lui ma da noi ci sono delle regole e tali regole sono proprio la forza dell'Atalanta e nessuno può non rispettarle".

Stendardo va quindi verso un'esclusione nelle prossime gare: "Ci siamo confrontati sia con lui che con la società e Guglielmo ha fatto la sua scelte. Farà un esame che avrebbe anche potuto rimandare di un anno visto che non eserciterà nei prossimi mesi la professione di avvocato. Io devo pensare alla squadra e in questa settimana ci giochiamo una fetta importante di stagione. Io lo capisco ma lui deve capire noi, i panni sporchi li laveremo comunque in casa, è un caso delicato".

Domenica prossima, l'Atalanta sarà impegnata sul campo della Juve di Conte: "Lui vive molto la panchina ed è uno che si fa sentire tanto. Per la squadra è importante tenerlo vicino, lui è molto passionale come me".

Sullo stesso argomento