thumbnail Ciao,

Il centrocampista slovacco è tornato sulla gara persa contro l'Inter, ammettendo: "I nerazzurri sono stati più cinici, noi però abbiamo giocato meglio".

Marek Hamsik si piega ma non si spezza. Il centrocampista slovacco infatti continua a credere fortemente nella possibilità di centrare il sogno Scudetto con il suo Napoli, anche dopo il ko subito dagli azzurri contro l'Inter domenica sera.

Queste le parole di Hamsik riportate oggi da 'Il Mattino': "Venerdì scorso ho avuto un po’ di febbre, ma per fortuna sono guarito in fretta e ho potuto giocare nel posticipo di domenica sera. L’Inter ha vinto perchè è stata più concreta di noi".

Quindi lo slovacco ha continuato: "Abbiamo dominato il gioco, creato molte occasioni ma siamo riusciti a fare solo un goal. Nel finale di gara purtroppo ho avuto i crampi e ho chiesto il cambio. Peccato non essere riusciti a portare a casa nemmeno un punto".

Poi Hamsik ha rilasciato qualche battuta anche sul proprio rapporto con l'ex compagno Gargano, diventato suo cognato nel 2010 e attualmente in nerazzurro: "È stato strano incontrarlo, tutti sanno del rapporto familiare che ci lega. Sia Walter che io abbiamo dato il massimo per le nostre squadre. Siamo ovviamente in contatto costante, ma non lo rivedevo da circa quattro mesi. È stata la prima gara che abbiamo giocato da avversari. Adesso, dopo la partita d’andata, è in vantaggio lui, ma a maggio voglio la rivincita".

Sullo stesso argomento