thumbnail Ciao,

L'attaccante argentino non la smette di segnare: contro il Siena ha toccato quota 7 reti stagionali, cinque in Serie A e due in Coppa Italia, le stesse siglate tutto l'anno scorso

La seconda doppietta in cinque giorni di Gonzalo Bergessio ha rilanciato le ambizioni del Catania, che dopo esser approdato agli ottavi di Coppa Italia continua a persistere nella parte sinistra della classifica, sono otto punti di vantaggio sulle sabbie mobili della zona retrocessione e soli cinque dall’oasi dell’Europa.

'El Lavandina’ – letteralmente ‘il Candeggina’ com’era soprannominato in Argentina per via della chioma bionda – continua a stupire, soprattutto a segnare, e si concede il lusso persino di sognare.

Sicuramente resto qui fino a fine stagione, poi non lo so, ho voglia di crescere professionalmente, si vedrà…”. Che abbia le idee chiare non v’è dubbio: “Penso di aver dimostrato di essere adatto alla Serie A, non penso di migrare all’estero, ma comunque sono discorsi ancora prematuri.” In poche parole non ha intenzione di lasciare la Sicilia a gennaio e sogna una big italiana in estate, non si può dire che non sappia cosa farne del suo futuro.

Ma pensiamo al presente, per ora. “Le due reti col Siena sono state molto importanti, specialmente la prima che ci ha permesso di andare in vantaggio contro un avversario che nel primo tempo ci ha messo sotto. Poi la seconda ha chiusa la partita e ci ha rasserenati” – racconta Bergessio sulle pagine del 'Corriere dello Sport' – “Ma adesso dobbiamo pensare al Parma in Coppa Italia. Vogliamo superare il turno e lo dimostreremo in campo”.

E pensare che proprio contro Parma e Juventus in campionato gli sono stati annullati due goal regolari. “Mi spiace per queste cose negative, come per il fatto di aver saltato quattro gare, ma mi rifarò”. Una cosa è certa, quando in tribuna c’è il suo procuratore ‘El Lavandina’ segna sempre.

"Julio Tinzisin è il mio portafortuna, dovrò chiedergli di assistere più spesso alle mie partite”. Infine gli obiettivi. “Personale nessuno, ho già segnato tanto quanto l’anno scorso. Il Catania invece deve pensare ai prossimi tre punti e continuare a fare come stiamo facendo”.

Sullo stesso argomento