thumbnail Ciao,

"L'anno scorso è stato straordinario, ma non ci fermeremo qui", ha dichiarato il presidente bianconero durante la cerimonia di consegna dei premi USSI.

Il 2012 sta per volgere al termine e per la Juventus resterà un anno da ricordare: è stata la stagione della rinascita, del ritorno nell'elite del calcio italiano, con la vittoria di uno storico Scudetto e della Supercoppa di Pechino, e del calcio europeo, certificato dall'accesso agli ottavi di finale di Champions League arricchito dalla lezione inflitta ai campioni d'Europa in carica del Chelsea.

Durante la cerimonia di consegna dei premi USSI, Andrea Agnelli ha sottolineato quanto di grande fatto dalla Juventus nella scorsa stagione e la volontà dei bianconeri di continuare a grandissimi livelli: "L'anno scorso è stato straordinario, e ci ha reso estremamente orgogliosi - ha dichiarato il numero uno del club di Corso Galileo Ferraris - Oggi ricordiamo i successi della scorsa stagione ma come tutti sanno i risultati sportivi hanno fascino, si ricordano ma e' fondamentale dal giorno successivo pensare ai prossimi obiettivi'

La Juventus, premiata con il titolo di 'Sportivo Piemontese dell'anno', assegnato dall'associazione dei giornalisti sportivi del Piemonte, adesso punta a ripetersi in Italia e a riportarsi in alto anche in Europa: "Non ci fermeremo qui - ha ribadito Agnelli - Lo scudetto è stato soltanto la prima tappa di un percorso".


Sullo stesso argomento