thumbnail Ciao,

L'amministratore delegato rosanero ha parlato al posto del tecnico Gasperini, confidando nel cuore del capitano in vista del match di domani contro i bianconeri.

Il Palermo riceve i campioni della Juventus, nel match che vedrà il ritorno in panchina del tecnico bianconero Antonio Conte. L'amministratore delegato è però concentrato sul match, confidando nelle grandi qualità di capitan Fabrizio Miccoli.

Intervenuto in conferenza stampa al posto del tecnico Gasperini, Lo Monaco spiega la sostituzione e confida nel popolo palermitano: "La scelta di non far parlare Gasperini è una scelta societaria, l'allenatore non ha problemi con nessuno, non c'è nessun problema. Secondo i dati che ho, domani ci saranno 30000 spettatori, 20000 dei quali saranno juventini. Circa 1000 persone hanno usufruito del diritto di prelazione. Spero che i nostri 10-11 mila possano fare il triplo...".

Il dirigente del Palermo punta tutto su capitan Miccoli: "Vorrei precisare che ci dispiace di avere letto in un articolo di cronaca il nome di Miccoli collegato a quest'evento. Lui è una persona generosa, è il capitano del Palermo, ed è sulla bocca di tutti per la generosità con la quale si dà alla città. Non discuto l'operazione dei ROS, ma dell'opportunità di legare il nome del calciatore all'operazione, è un'esagerazione inopportuna. Domani risponderà non solo da calciatore, ma da palermitano. Sarà la sua palermitanità ad emergere. Il suo rinnovo? In questo momento siamo in stand-by, ci sono delle situazioni da valutare. Lui vuole riflettere e temporeggiare, noi vogliamo proseguire il rapporto. Bisogna ricordare che è l'ultimo contratto della sua carriera. Penso che comunque non dipenderà dal Dio denaro...".

Sul futuro della rosa, Lo Monaco è fiducioso sul mercato: "Vogliamo un Palermo competitivo, che guardi alla parte destra della classifica. Non vogliamo depotenziare questa squadra, io e Zamparini vogliamo un club competitivo. Il mercato di gennaio sarà una tappa fondamentale, siamo vigili, siamo pronti, se dovessi adesso fare un bilancio dopo i contatti che ho avuto sarei non contento, di più, ma anche in base alla mia esperienza dico che ancora nulla è fatto. Vogliamo comunque potenziare questa squadra".

Infine un commento sullo sfortunato episodio che ha portato alla sconfitta di Milano contro l'Inter: "Garcia s'è confortato da solo, perché con l'Inter ha fatto bene. Nella serata di domenica è capitato anche a Rodriguez, peccato soltanto che il suo infortunio sia costato un punto sicuramente meritato. Domani sarà una gara tosta, maschia, probabilmente si giocherà in un campo pesante. Noi però vogliamo fare risultato contro chiunque".

Sullo stesso argomento