thumbnail Ciao,

La Robur ospiterà l'ostico Catania: "Avversario di spessore che ha la sua forza principale nalla società e nell'ambiente" evidenzia il tecnico dei bianconeri.

E' fanalino di coda insieme al Pescara, il Siena di Serse Cosmi. Domani i bianconeri sfideranno il Catania in una partita da vincere a tutti i costi: l'ultimo posto è roba grossa, seppur condizionato dalla penalizzazione. Tre punti sarebbero ossigeno puro.

"Torniamo a giocare in casa dopo la sconfitta con la Roma, una sconfitta contro una squadra molto forte che secondo me è stata sovradimensionata" le parole del tecnico della Robur in conferenza stampa. "Prendiamo il lato positivo, cioè che dopo cinque partite senza subire reti non eravamo abituati a perdere".

Serve una prestazione come quella contro i giallorossi: "Il gruppo dopo la partita aveva molta rabbia, quella rabbia che domani dovrà ributtare in campo. Catania? Un avversario di spessore che ha la sua forza principale nella società e nell’ambiente".

"I risultati ne sono diretta conseguenza, anche grazie a un’ottima qualità complessiva e a un’allenatore come Maran che ha meritato una chance in Serie A e sta dimostrando tutto il proprio valore" si legge sul sito del club toscano.

Proseguo del campionato complicatissimo: "Non mi faccio condizionare dal calendario e a questo punto della stagione non credo esistano partite dal risultato obbligato: affrontiamo quattro squadre più forti di noi per valori assoluti, cercheremo di fare del nostro meglio a partire dalla partita con il Catania".

Sullo stesso argomento