thumbnail Ciao,

Il tecnico dei sardi introduce il match contro i clivensi ed avverte i suoi: "Il Chievo è una squadra in salute, grintosa e determinata. Ci sarà da soffrire".

Dopo il pesante ko subito domenica scorsa contro l'Udinese, il Cagliari è ripartito in settimana con il convincente successo centrato in Coppa Italia contro il Pescara. Ora ai rossoblù tocca però rilanciarsi in campionato, in Sardegna domani arriva il Chievo.

Ivo Pulga, tecnico del Cagliari, mette in guardia dal match contro i clivensi: "Quella di Corini è una squadra in salute, grintosa e determinata. Ha dimostrato di che pasta è fatta andando a vincere una partita delicata su un campo difficile come quello di Genova. Si schiera di solito con un 4-3-3, dispone di elementi di valore, carichi e motivati. Ci sarà da soffrire".

Quindi archivia il pesante ko di Udine, e spiega: "Ripeto che quello del "Friuli" è stato un episodio che può capitare nell'arco di una stagione, una giornata disgraziata che non si ripeterà. Domani mi aspetto di vedere il Cagliari visto in otto partite su nove, una squadra che mette in campo grinta e spirito di sacrificio".

Pulga sottolinea l'importanza della vittoria centrata in settimana contro il Pescara: "La squadra ha fornito una bella prestazione, una grande risposta dopo la parentesi di Udine. Per domani stiamo valutando modulo e giocatori. Quel che più conta però, al di là di chi andrà in campo o come ci schiereremo, sarà l'atteggiamento della squadra. I moduli sono soltanto numeri, in campo ci vanno gli uomini".

Infine il tecnico chiude esaltando le qualità di Ibarbo e Pinilla, eroi di coppa: "Mauricio è un valore aggiunto per noi, sono sicuro che farà bene ogni volta che sarà chiamato in causa. Ibarbo, schierato largo a destra, è devastante se in forma, ma non è la sua  collocazione definitiva, visto che lui può giocare anche al centro. Adesso ha trovato la condizione che gli mancava, ha ritrovato lo spunto sui primi metri".

Sullo stesso argomento