thumbnail Ciao,

Il boemo si rallegra per i rientri dell'attaccante argentino e del portiere olandese, inclusi tra i convocati, ma protesta per come è stata trattata la sua recente intervista.

Domani sera la Roma riceverà la Fiorentina all'Olimpico, ma la mente di Zdenek Zeman è rivolta ancora al caso De Rossi. Il boemo non ci sta e protesta in maniera vibrante per quella che definisce una manipolazione delle sue parole, a proposito dell'intervista rilasciata alla 'RAI' sulla posizione del centrocampista.

"C’è poco da scherzare su De Rossi, visto che voi fate disinformazione - ha spiegato oggi in conferenza-stampa - Avete aggiunto e modificato le parole della mia intervista, è stato un servizio allucinante e tutto sbagliato. Io non ho problemi a fare interviste, ma voi e altri avete stravolto e modificato il senso delle mie parole".

Nessuna anticipazione sull'eventuale impiego del giocatore: "E' a disposizione, la formazione la darò domani. Daniele è abituato a giocare in un centrocampo diverso, ma è solo un problema tattico, non di altro". Chiarito anche il suo pensiero sulle quotazioni di mercato del ragazzo: "Dico soltanto che difficilmente si trovano 10 squadre che lo vogliono acquistare, sia per un fatto economico che di età. Chiarimenti con lui? Per me non è successo nulla, non ho parlato con nessuno".

Questo il suo giudizio sugli avversari: "E' una squadra che gioca un buon calcio, cosa che faceva anche il Catania di Montella, con altri interpreti. Loro stanno facendo molto bene, ma anche noi ultimamente, come risultati e come comportamento. Spero venga fuori una bella gara".

Inutile però parlargli di partita della svolta: "Quella che viene dopo è sempre decisiva. Per me è un campionato normale, se si vince si migliora la classifica, se non si vince bisogna cercare di lavorare meglio. Se abbiamo margini di miglioramento? Penso di sì, ma dipenderà pure da quanta voglia abbiamo, finora non abbiamo fatto ancora nulla di speciale".

Lamela e Taddei, annuncia, sono a disposizione, "anche se non sono al 100%". Stesso discorso per Stekelenburg, convocato ma non ancora sicuro del rientro da titolare. In difesa, nonostante l'imminente partenza di Marquinhos, chiamato dall'Under 20 brasiliana, non ci sarà bisogno, a suo avviso, di tornare sul mercato: "No, abbiamo altri difensori che hanno la mia fiducia".

Nessun commento, infine, sulla condanna in appello dell'ex dirigente bianconero Antonio Giraudo: "Non mi fa alcun effetto". Per una volta, niente polemiche a distanza con la Juve...

Sullo stesso argomento