thumbnail Ciao,

Il presidente nerazzurro ha fatto visita alla squadra per tirare su il morale, dopo le tre sconfitte di fila incassate dagli uomini di Colantuono. E sabato arriva il Parma.

L'Atalanta attraversa il momento più difficile da quando è iniziata l'attuale stagione: i nerazzurri arrivano da tre sconfitte di fila e rischiano di trovarsi invischiati nelle zone calde della classifica. Il presidente Antonio Percassi ha così voluto far visita alla squadra per tirare su il morale, in pieno stile Berlusconi.

Come riportato sulle pagine di 'Tuttosport', questa è stata e sarà una settimana impegnativa per i giocatori dell'Atalanta, che lunedì hanno subito la sfuriata dell'allenatore Stefano Colantuono al 'Centro Brotolotti' di Zingonia. Ieri è invece arrivata la visita del patron che, imitando l'ormai consueta visita berlusconiana, è voluto intervenire per alzare il morale di tutti al centro sportivo.

Sabato arriva l'impegno con il Parma, per quella che sarà una partita delicatissima nelle economie di classifica nerazzurra. Il risultato utile è soltanto uno: la vittoria. Per uscire fuori da una situazione psicologica che rischia di diventare fin troppo pericolosa, ma soprattutto per invertire la marcia e tornare ad allungare il distacco dalle inseguitrici, raggiungendo al più presto il traguardo dei famigerati 40 punti.

Dal punto di vista degli infortuni si sta rivelando piuttosto pesante l'assenza di Biondini, che non sarà sicuramente convocato per la trasferta emiliana. Ha invece recuperato pienamente Ferreira Pinto. Per sabato la formazione presenta ancora qualche dubbio: Stendardo è squalificato, al suo posto giocherà con ogni probabilità Lucchini al centro della difesa.

Lo stesso Lucchini ha rivelato cosa è successo nello spogliatoio al rientro a Zingonia: "Il mister ci dà la scossa sempre, sia quando si vince che quando si perde. Non succede solo quando si perde, ci si confronta sempre nello spogliatoio. Bisogna tornare a vincere, è questo il cambiamento più importante da fare. La vittoria scaccerebbe qualsiasi discorso. Ci si stufa a perdere e non siamo abituati: cercheremo di mettere quel qualcosa in più, giocando come sappiamo. Dobbiamo arrivare a 40 punti prima possibile e poi da lì si potranno fare altri discorsi. Più si è continui, prima si arriva al traguardo".

Sullo stesso argomento