thumbnail Ciao,

Il tecnico boemo torna a parlare del giocatore, ormai un caso per la Roma. A suo dire, possono essere tanti i motivi che gli hanno impedito di rendere al massimo...

"De Rossi? Non è una nota dolente, ma per ora non ha reso da De Rossi". Zdenek Zeman senza peli sulla lingua. Come sempre. Al centro delle sue disquisizioni c'è uno dei giocatori-simbolo della Roma, protagonista fin qui di una stagione alquanto turbolenta, tra dissapori con il tecnico e voci di mercato.

"De Rossi è un giocatore importante, spero che si riprenda e torni sui livelli delle passate stagioni, ma a mio avviso non si è integrato con la squadra", ha spiegato ai microfoni del 'TG1' il boemo, che ha smentito di aver mai avuto problemi con il ragazzo: "No, di certo non mi sono piaciute le sue dichiarazioni dopo la partita con la Juve, ma ormai fanno parte del passato".

Il riferimento è a quelle parole sullo scudetto, un obiettivo possibile secondo Zeman, non secondo De Rossi, secondo il quale il solo parlarne rischiava di far male all'ambiente e alla squadra. Al momento l'impiego da titolare del centrocampista nel match di sabato contro la Fiorentina rimane in dubbio: "Si sta allenando con impegno, ma è sempre difficile dire in settimana chi stia meglio e chi peggio, io spero che lui stia meglio".

Sul perchè De Rossi non abbia reso come dovuto, il mister si è fatto qualche idea: "Forse è stato disturbato dalle voci che vanno avanti da inizio stagione, sul City che lo vuole, sul fatto se sia o meno da Roma... Bisogna vedere da dove arrivano queste voci, a me nessuno ha mai chiesto di lui. Comunque per me De Rossi rimane un calciatore importante. Se può tornare ai suoi livelli? Dipende da quanta voglia avrà".

Sullo stesso argomento