thumbnail Ciao,

ll giovane centrocampista sloveno apprezza il nuovo ruolo ricamatogli addosso da Pioli e spera di essersi messo definitivamente alle spalle l'ecatombe di infortuni.

Il Palermo lo ha fatto con Donati, il Bologna sta provando a 'imitare' i rosanero con Rene Krhin. Il giovane centrocampista sloveno, rientrato a pieno regime dopo l'ecatombe di infortuni che lo ha falcidiato, sembra apprezzare il ruolo di difensore ricamatogli addosso da Stefano Pioli.

"In allenamento l'ho provato spesso - ha detto il giocatore a metà tra felsinei e Inter in conferenza stampa - Poi col Livorno in Coppa Italia ci ho giocato per la prima volta e devo dire che mi piace molto. Certo, non hai molto la palla tra i piedi come in mediana e devi prestare maggiore attenzione senza poter rischiare il passaggi orizzontale, ma sono tutti meccanismi che si acquisiscono col tempo e giocando".

Krhin, tornato a disposizione dopo diversi guai fisici che ne hanno condizionato fin qui la carriera, analizza il momento personale e della squadra: "Facevamo già bene prima, solo che i risultati non arrivavano. Anche col Genoa, pur se in inferiorità numerica, non abbiamo fatto male. Il mister mi ha dato subito fiducia dopo l'infortunio, spero di poter scendere in campo con continuità giocando 20-30 partite: solo allora sarò veramente felice".

Sullo stesso argomento