thumbnail Ciao,

Il dirigente rosanero è convinto che il match contro i bianconeri possa essere decisivo per il rilancio della sua squadra, che ritroverà per l'occasione anche Miccoli e Donati.

E' un Pietro Lo Monaco deluso quello che si presenta ai microfoni di 'Live Sicilia'.  L'amministratore delegato del Palermo fatica ancora a mandar giù la sconfitta contro l'Inter, maturata a pochi minuti dal termine della gara.

“C’è tanta amarezza - ha detto il dirigente rosanero - Contro i nerazzurri abbiamo perso punti importanti e questi punti in campionato pesano. Avremmo certamente meritato il pareggio ma purtroppo è andata così, c’è mancato sicuramente qualcosa, dobbiamo essere più cattivi, più grintosi, questo è un campionato molto livellato e fare punti in campi così difficili può aiutarti ad andare avanti”.

Il dirigente ha poi introdotto la prossima sfida che aspetta i rosanero: "La prelazione sui biglietti per la partita con la Juventus non è andata benissimo, ci aspettavamo qualcosa in più. I bianconeri sono l’avversario meno adatto ma allo stesso tempo più adatto in questo momento".

"E' un’antitesi che ha una sua logica
- ha spiegato Lo Monaco - Per la caratura dell’organico la Juve è l’avversario che nessuno vorrebbe affrontare, ma questa partita ti dà tantissimi stimoli, ti aiuta a dare di più perché fare il colpaccio ingolosisce tutti. Certo che se dovessimo fare bene ci aiuterebbe nel morale, nell’autostima e ovviamente in classifica”.

Contro la Vecchia Signora torneranno disponibili Fabrizio Miccoli e Massimo Donati, assenti domenica scorsa per squalifica: "Per la gara con la Juve Miccoli è il nostro valore aggiunto. Un giocatore indiscutibile, in termini di consistenza lui può davvero fare la differenza. Rientrerà anche Donati e quindi rispetto alla partita persa a San Siro avremo due pedine che sono fondamentali per il nostro allenatore. Questi due rientri ci fanno stare moderatamente tranquilli ma è ovvio che dovremo giocare la partita della vita, una gara in cui non bisognerà sbagliare nemmeno una virgola”.

Infine Lo Monaco ha affrontato anche il discorso inerente al mercato: "Per gennaio posso solo dire che ci stiamo lavorando, stiamo discutendo, siamo sul pezzo e come ho sempre detto non ci tireremo indietro e non ci faremo trovare impreparati”.


Sullo stesso argomento